RIVA HISTORICAL SOCIETY
 
 

Riva Historical Society

Piero Maria GibelliniCarlo RivaCreata nel 1998 come società non profit, la Riva Historical Society è stata fondata dall’architetto Piero Maria Gibellini (già biografo di Carlo Riva ed ideatore nel 1996 del Registro Storico Riva), con l’ingegnere Carlo Riva, insieme ad un gruppo di amici, estimatori della figura leggendaria del’ingegnere.

Scopi principali dell’associazione sono:

  • incentivare la conservazione di imbarcazioni disegnate e\o costruite da Carlo Riva o, più in generale, appartenenti al suo mondo, nonché del patrimonio tecnico e culturale da esse rappresentato nella cultura nautica;

  • la promozione e la raccolta di studi e ricerche;
  • l'incoraggiamento e l’assistenza al restauro conservativo, nel rispetto dei criteri originali;
  • la registrazione delle imbarcazioni dei soci nel Registro RHS,

perché esse sono patrimonio della storia nautica italiana e per l’importanza che rivestono nell’ambito della cultura nautica internazionale.

Per raggiungere questi scopi, RHS si propone:

  • di aiutare gli armatori nella corretta manutenzione e nel restauro filologico dei motoscafi Riva, assistendoli per tutte le loro necessità;
  • di tenere, a questi fini, il contatto con i soci attraverso un periodico, ''vivariva'', in inglese ed in italiano, contenente le notizie, i consigli, le informative e la posta dei soci, nonché attraverso altri mezzi, quali internet ed i media;
  • di favorire la fondazione e lo sviluppo dei Dipartimenti RHS, nelle nazioni in cui vi sia una significativa presenza di armatori, siano essi Club, Society o Delegazioni;
  • di incoraggiare la nascita di amicizie e di interscambi tra e con gli armatori, dislocati in tutto il mondo, tramite l’organizzazione o il patrocinio di incontri sociali e manifestazioni internazionali;
  • di diffondere la conoscenza della propria attività attraverso i media, ricercando la necessaria visibilità, per raggiungere il maggior numero possibile di eventuali nuovi soci.

Infatti, ad essa si rivolgono tutti i proprietari di vecchi Riva perché, grazie alla memoria di Carlo Riva ed alle approfondite ricerche effettuate dal suo Presidente, è la più idonea a soddisfare le loro domande. RHS fornisce così un servizio indispensabile per la conservazione delle barche d’epoca.

Un ulteriore scopo di RHS è quello di tutelare il marchio ''Riva Days'' - voluto da Carlo Riva per le manifestazioni più importanti di Riva d’Epoca e Classici - e, nell’ambito delle manifestazioni, promuovere anche competizioni agonistiche, seppure nel rispetto dell’anzianità delle barche.

RHS è la Federazione dei Club o delle Society non profit che ne hanno sottoscritto lo Statuto: questi, pertanto, ne sono soci a tutti gli effetti, assieme ai Soci Fondatori e Senatori.

L’associazione, inoltre:

  • aderisce alla FIM-CONI,
  • aderisce alla UIM,
  • è affiliata alla ACBS (l’associazione di barche d’epoca a motore del Nord America),
  • è gemellata all’Associazione americana Chris-Craft Antique Boat Club
  • è gemellata all’Associazione francese Cercle du Motonautisme Classique.
  • è gemellata all’Associazione Vele Storiche Viareggio.
Il marchio Riva Historical Society è registrato.

Alla fine del 2007 i soci RHS erano più di 650, iscritti nei seguenti 12 Dipartimenti: Club Riva de Catalunya - Riva Club de France - Riva Club Germany – Riva Club Lago Maggiore – Riva Club Norway - Riva Club Suisse – Riva Club Sweden – Riva Club U.S.A. - Riva Society GB – Riva Society Italia – Riva Society Nederland –Riva Swiss Society Geneve. Delegazioni: Australia – Giappone.
Le nazioni di appartenenza dei soci sono 30 nei 5 continenti, per cui RHS è oggi, tra le associazioni di barche d’epoca, l’unica veramente internazionale.

Grazie all’attività svolta in tutti questi anni da RHS, gli armatori hanno tolto dalle rimesse le loro barche abbandonate, riportandole a nuova vita e a nuovo splendore.
Molti collezionisti di auto d’epoca e di oggetti di antiquariato si sono messi a caccia di scafi abbandonati, attratti dall’idea di restaurare splendidi oggetti il cui investimento è garantito da un’associazione forte ed indipendente.
L’azione promozionale di RHS trova riscontro nell’entusiasmo dei soci, che si apprestano a fondare nuovi Chapter.

Più di 10 manifestazioni all’anno, realizzate o patrocinate da RHS e dai suoi Dipartimenti, hanno riacceso i riflettori sul marchio Riva, con riscontro sulle principali testate nautiche internazionali.
I Riva di legno sono stati oggetto di attenzione da parte dei fotografi di tutto il mondo ed oggetto di desiderio in campagne pubblicitarie di prestigio: nel 2004 l’Aquarama è stato classificato dalla rivista inglese Motor Boat and Yachting la numero 1 fra le 100 migliori barche mai costruite (le foto pubblicate, di Keith Pritchard, sono state scattate ai nostri raduni).

Il mercato è divenuto vitale, arricchito dai numerosi scambi internazionali, sia di imbarcazioni, sia di parti di ricambio, e si è determinato un sensibile apprezzamento del valore dei Riva.
Grazie all’apporto dei suoi sostenitori, l’associazione ha un periodico trimestrale, “vivariva”, con una tiratura di oltre 2000 copie, con diffusione mirata in tutto il mondo.
L’ormai tradizionale Annuario Fotografico è diventato uno dei calendari più esclusivi e ricercati dai collezionisti.


Indietro